microfono a condensatore economico. Come registrare bene a poco prezzo

Ciao e benvenuto nel mio blog. Se cerchi un microfono a condensatore economico sei nel posto giusto. In questo articolo infatti voglio segnalarti i migliori microfoni di questa fascia di prezzo.

In questo articolo ti parlerò dei microfoni a condensatore al di sotto dei 100 euro. Sappi che però essendo in un campo tecnologico molto spesso a minor costi corrispondono componenti elettroniche di minor pregio. Secondo me in specifici casi ci sono buone ragioni per comprare uno di questi microfoni. In altri forse è meglio rivolgere la propria attenzione ed altre fasce di mercato.

Se ti stai avvicinando all’acquisto del tuo primo microfono i leggi i primi paragrafi. A inizio articolo analizzo i principali motivi per cui dovresti comprare, o non lo dovresti fare, questi microfoni. Se è la prima volta che ti avvicini al fantastico mondo dei microfoni potrebbe interessarti la mia guida su come scegliere i microfoni.

Prima di andare nel vivo dell’argomento ti devo chiedere un favore. Se decidi di acquistare uno dei prodotti che consiglio usa i link che trovi in questo articolo. Utilizzando i link dell’articolo mi darai una mano a tenere attivo il blog. A te non cambierà il prezzo, ma io guadagnerò una piccola percentuale. Usando i link mi aiuterai a continuare a sviluppare dei contenuti di qualità!

Il senso di un microfono a condensatore economico

La recording Revolution e il progresso tecnologico hanno reso possibile l’acquisto di microfoni a prezzi davvero bassi. Al giorno d’oggi anche con un microfono a condensatore economico è possibile registrare dei provini di qualità discreta.

E’ mio dovere precisare che questi prezzi così bassi è necessario accettare qualche compromesso. L’audio è sicuramente un settore caro e si ottiene quello che si paga. Se alcuni dei microfoni di categoria appena superiore possiamo dire che sono degli ottimi microfoni non’ostante il prezzo; in questa fascia è necessario accettare qualche compromesso in più. Il pregio di un microfono a condensatore economico senza dubbio su cui fare “palestra” e allenarsi sulla registrazione musicale.

Credo che sia questo il loro più importante pregio e punto di forza. Questi microfoni sono il primo gradino di una scala che può portare molto in alto, soprattutto per quelli più economici di questa categoria. Sono infatti da intendersi un modo per studiare e prendere dimestichezza con la registrazione a basso budget. Come per qualsiasi altro strumento musicale non si inizia mai dal top di gamma, ma da qualcosa su cui allenarsi. Anche per il settore audio occorre esperienza e profonde conoscenze per arrivare a ottenere ottimi risultati. Questi microfoni sono perfetti per questo scopo.

microfono a condensatore economico, perché comprarlo

Come abbiamo visto questa categoria di microfoni sono adatti a chi si sta approcciando per la prima volta all’ambito dell’home recording. Se stai cercando un microfono con cui sperimentare e creare la propria musica è la categoria di microfoni che fa per te.

Un microfono a condensatore economico è anche idoneo per un uso prettamente didattico. Se per qualche motivo devi acquistare un microfono per insegnare a registrare a altre persone, o per imparare tu stesso, allora forse la spesa di microfoni più cari non è giustificata.

Altro motivo valido per comprare questi microfoni e volere possedere uno di questi fantastici strumenti creativi. I microfoni sono strumentazione costosa, ma grazie a questa fascia di microfoni è possibile per chiunque acquistarne uno e iniziare a esprimere se stesso; anche in momenti in cui il budget disponibile è limitato.

Altro motivo per acquistare un microfono a condensatore economico è quello di potersi registrare dei provini a casa. Poter studiare il pezzo prima di registralo in studio permette di avere maggiore sicurezza quando si registrerà la versione finale in una struttura professionale. Il lato emozionale è una cosa non da poco, influisce pesantemente sulla performance dell’artista. Studiare a casa vuol dire entrare in studio con maggiore sicurezza, e un background solidificato su quella esecuzione.

Se sei esperto di elettronica potresti scegliere questi microfoni per modificarne la circuiteria. Il processo è chiamato Modding e permette di raggiungere un suono professionale con una spesa che è una frazione del costo di comprarsi un microfono di alta fascia. E’ un processo che tuttavia ti consiglio se hai esperienza in ambito elettronico e hai voglia di ricercare e studiare sull’argomento.

microfono a condensatore economico, perché non comprarlo

Essendo microfoni molto economici questi microfoni sono poco adatti per chi cerca di produrre e distribuire la propria musica. La maggior parte di questi microfoni sono adatti a situazioni “didattiche” e senza pretese commerciali o qualitative. Essendo l’audio recording un ambito tecnologico il prezzo incide sulla qualità dei componenti, e di conseguenza si ripercuote sul rendimento del microfono.

Se vuoi trasformare la tua musica in un lavoro, o la tua passione giustifica spese maggiori, potresti dare un occhiata al mio articolo sui microfoni entry level, ottenendo accedendo a prodotti di qualità più elevata e più idonei allo scopo.

Behringer C1/C3

Prezzo: C1 33€, C3 41€

Behriger C-3 - Microfono a condensatore economico
Behriger C-3

Essendo in sostaza molto simili parlerò dei due modelli in contemporanea.

Il berigher C1 è il microfono più economico che vi consiglio; il C1 è un ottimo microfono da comprare per cimentarsi nelle prime registrazioni a budget veramente ridotto. Le principali differenze tra i due modelli sono nei controlli di filtro, Pad e figura polare che il Behriger C3 offre assenti sul C1. Una sua caratteristica è di essere un TLM (ovvero un TrasforerLess Micropone) questo abbatte i costi di produzione e vendita non dovendo inserire un costoso trasformatore d’uscita.

Ho un legame affettivo con questo microfono, non lo nego. E’ stato il mio primo microfono con cui ho iniziato a registrare ormai più 10 anni fà. Ricordo ancora quando sono entrato nel negozio di strumenti musicali senza le idee precise e sono uscito con il bundle di microfono e scheda audio. Quel set-up è stato un ottima scuola per imparare tutte le tematiche inerenti alla registrazione musicale.

Le specifiche

Il microfono è Fisso in posizione cardioide e non permette di impostare alcun parametro su di esso. Infatti non presenta ne filtri passa alto ne pad di attenuazione. Questa scelta è stata fatta probabilmente per tenere il prezzo sul mercato più basso possibile.

microfono a condensatore economico, risposta in frequenza behringer C1

La risposta in frequenza è di tutto rispetto, riuscendo a coprire il range dai 40 Hz ai 20 KHz in maniera abbastanza lineare. Il grafico di risposta in frequenza mostra un incremento di circa 5 dB nelle alte frequenze, a partire dai 1.000 Hz circa. Questo permette al microfono di avere una risposta nella medie frequenze abbastanza performante, rendendolo adatto alla registrazione di molteplici strumenti oltre che rendere la voce più presente nel mix.

Tutto sommato rispetto al suo basso costo il C1 presenta delle specifiche di tutto rispetto, con un Max Spl di 136 dB è possibile sfruttare questo microfono anche per riprendere sorgenti con pressione sonora abbastanza elevata.

Nelle specifiche non viene comunicato il livello di rumore di fondo e la gamma dinamica del microfono, ma per esperienza personale posso affermare che non è un microfono molto silensioso. Il rumore di fondo, per un orecchio esperto, abbastanza riconoscibile non tanto come fruscio ma si sente la sua influenza nell’audio registrato.

Fonte sito della Bheringer

C3

Il C3 aggiorna il C1 aggiungendo i controlli di Pad di attenuazione, filtro passa alto e risposta in frequenza. Le figure polari di questo microfono sono le comuni Cardioide, omnidirezionale e figura a 8. Il Pad di attenuazione è di 10 dB, molto comodo per incrementare ancora la Head room del microfono. Con il Pad inserito il C3 Riesce così a reggere 145 dB di pressione. Il low-cut Filter ha una pendenza abbastanza morbida e inizia a lavorare intorno ai 150 Hz. Se pur alto come valore l’azione delicata del filtro è utile a fare pulizia sulle basse frequenze senza compromettere eccessivamente aree importanti per chitarre, voci e altri strumenti.

Risposta in frequenza del Behriger C3
risposta in frequenza del Behriger C3

Fonte: sito della Behringer.

In uso tilizzo

Il Behriger C1 è senza dubbio un microfono indirizzato alla registrazione vocale, ma per le sua risposta in frequenza può agevolmente registrare: chitarre, strumenti elettrici, fiati e molto altro. Non lo consiglierei per le registrazioni di basso che andrebbero a essere penalizzate sotto i 40 Hz dove ancora materiale sonoro interessante può essere presente. Anche se non fondamentale il suono in bassissima frequenza può contribuire a quella sensazione di rotondità del suono, sopratutto su impianti preformanti.

Vista la piccola differenza di budget consiglio di prendere il C3, potendo così sfruttare i vantaggi dei controlli è un elettronica più performante. Il C3 è maggiormente consigliato anche per chi volesse registrare strumenti oltre la voce.

Questi microfoni vengono ventuti con un sistema di aggancio all’asta rigido, non idoneo ad attenuare le vibrazioni provenienti da essa. Consiglio di comprare uno shockmount ad elastico per ridurre il problema.

Se cerchi un microfono economico per iniziare a sperimentare la registrazione musicale a un prezzo ridottissimo il C1 è il microfono che fa per te!
Se preferisci un microfono più flessibile e economico allora ti consiglio il C3!

recensione soundwiev.org

Compra il Behringer C1

Compra il beringer C3

Superlux E205

prezzo 39€

Superlux E205 - microfono a condensatore economico
Superlux E205

La Superlux è un’azienda cinese che produce attrezzature audio molto economiche. Il nome del marchio non è solitamente sinonimo di qualità nell’ambiente dell’audio professionale. Il E205 è tuttavia un microfono adatto per chi vuole ottenere delle registrazioni di buona qualità mantenendo un prezzo bassissimo.

Le specifiche

A differenza di molti altri microfoni di questa categoria il E205 è un microfono super cardioide. Questo permette di avere una direzionalità molto accentuata ed escludere maggiormente l’ambiente circostante. La figura super-cardioide può essere molto utile per chi non ha una camera insonorizzata potendo escludere maggiormente il suono che arriva dai lati. Il Superlux E205 non dispone ne di Pad di attenuazione ne di low pass filter.

microfono a condensatore economico Superlux E205 risposta in frequenza e figura polare
Superlux E205 specifiche

La banda passante parte dai 30 Hz fino ai 18 KHz. Anche se non arriva in maniera lineare ai 20 KHz è comunque in grado di coprire le frequenze udibili, raramente le frequenze sopra i 17 KHz contribuiscono significativamente alla percezione del suono. La risposta in frequenza è lineare su tutto lo spettro, ma presenta un boost nelle altissime frequenze. Questo boost aiuta a dare una maggiore ariosità al suono e a fare sentire meno il decadimento oltre ai 18 KHz.

Il rumore di fondo è di 22 dB equivalenti. il E205 è quindi un microfono tutto sommato silenzioso a visto il prezzo di vendita. La sua gamma dinamica di 113 dB è molto valida per una registrazione come può essere effettuata a casa. L’elevata gamma dinamica gli permette di avere un’ottimo SNR di 77 dB. Queste sue ottime caratteristiche di dinamica gli permettono di raggiungere i 135 dB di Max Spl. Un valore del genere permette anche riprese di strumenti di emissioni relativamente forti prendendo le giuste precauzioni, ad’esempio distanziando il microfono dalla sorgente.

Fonte sito della superlux.

Utilizzo

Il Superlux E 205 è un microfono sicuramente indicato per la ripresa delle voci, ma mantiene una buona versatilità. La sua risposta in frequenza lineare e la resistenza a pressioni mediamente elevate può essere usato su molteplici fonti. Con questo microfono potresti registrare anche chitarre elettriche e ottoni.

Il Superlux E205 è un ottima scelta a budget ridotto per chi ha bisogno di un microfono con una timbrica piacevole e abbastanza lineare.

Compra il Superlux E205

T-bone SC-400

Prezzo: SC-400 49€,

T.bone SC 400 microfono a condensatore economico
T.bone SC 400

T-bone è un marchio di Thomann legato alla produzione di prodotti inerenti all’audio professionale. Il marchio tedesco rimarchia a suo nome i suoi microfoni in Cina per abbattere il prezzo. I microfoni cinesi sono costruiti a partire da schemi elettrici dei microfoni più blasonati, ma vengono ricostruiti con circuiteria più a buon mercato. Questo permette di costruire microfoni a basso costo ma con una qualità accettabile. Il nome T-bone è infatti solitamente legato a un buon rapporto qualità prezzo , il SC 400 non fa eccezione.

Le specifiche

Il SC400 è un microfono con figura polare super-cardiode fissa. Figura polare che, nel caso si registra in una stanza non trattata, può aiutare a registrare file meno contaminati dal suono dell’ambiente . Non dispone di alcun controllo per attenuare il segnale o impostare il filtro passa alto. Queste limitazioni probabilmente sono scelte costruttive per mantenere il prezzo basso.

Il SC 400 presenta una bona risposta in frequenza, con una linearità più che accettabile da usare per registrazioni home. Il microfono è full range, il che vuol dire che riesce a coprire tutte la banda di frequenze udibili (dai 20 ai 20.000Hz). In bassa frequenza questo microfono è meno sensibile, questo non influisce sulla possibilità di registrare la maggior parte degli strumenti. Possiamo notare però che dai 3 KHz in su questo microfono perde un po di linearità oscillando. Questa perdita di linearità non influisce particolarmente sulla qualità dell’audio.

Anche sotto il profilo dinamico questo microfono ha un rapporto qualità prezzo excellent. Il rumore di fondo è di 18 dB-A, pur non essendo un eccellenza tra i microfoni, questo livello di rumorosità è senza dubbio ottimo per questa categoria di prezzo. Il suo Max Spl è di 132 dB quindi è possibile riprendere anche sorgenti ad emissione abbastanza prendo le dovute precauzioni, come per esempio distanziandolo un metro dalla sorgente.

Fonte: sito della T.bone.

Modding

Questi microfoni così economici spesso sono comprati con lo scopo di modificarne la circuiteria per migliorarne sensibilmente le performance sonore. Questi microfoni essendo circuiti copiati da altri microfoni sono una buona base per raggiungere risultati timbrici eccellenti. Questo processo è chiamato nel gergo Modding. Se uno ha esperienza con la saldatura elettronica può arrivare ad avere microfoni davvero perforamenti a una frazione minima del prezzo. Esistono siti specializzati in grado di fornire tutti i materiatali pronti per la modifica. Esempio microphone-parts.com è un sito specializzato nel Modding microfonico.

Utilizzo

Il T.bone SC 400 pur non essendo un microfono di alta fascia può dare risultati soddisfacenti su molte fonti. L’utilizzo principale di questo microfono è sulle chitarre e voci, sorgenti ch vengono riprese abbastanza bene. Tuttavia la risposta in frequenza di questo microfono lo rende versatile su molteplici sorgenti.

Molte sorgenti possono giovare dell’utilizzo di questo microfono, per esempio le room di batteria, fiati, pianoforti e amplificatori.

Compra il T.bone SC 400

T.bone SC 450

Prezzo 69 €

T.Bone SC 450 - microfono a condensatore economico
T.Bone SC 450

Possiamo intendere il T.bone SC 450 uno sparti acque. Questo microfono a condensatore economico infatti è il primo di questa lista ad incrementare la qualità. Il T.bone SC 450 è ispirato al circuito elettronico di un Neumann U 87, uno dei microfoni da studio più famosi della storia.

Il T.bone SC 450 è uno tra i modelli FET più diffusi del marchio T.bone. Il Suo successo è dovuto alla ottima qualità costruttiva. E’ un microfono sicuramente ben riuscito in questa fascia di prezzo, che per le sue qualità potrebbe essere venduto al doppio del prezzo senza destare troppo le critiche. Nonostante le limitazioni è un microfono molto versatile che si presta a essere usato su molteplici sorgenti.

Le specifiche

Il microfono è cardioide senza la possibilità di cambiare la configurazione di figura polare. Rispetto ha molti dei modelli precedenti su questo microfono può essere attivato sia il Pad di attenuazione che il filtro passa basso. Il pad è dotato di uno solo step di attenuazione a -10 dB, una configurazione abbastanza comune che aggiunge flessibilità al microfono. Il filtro low-cut non è descritto nelle specifiche, ma analizzando il grafico possiamo supporre che si tratti di un filtro a 6dB/ottava impostato a 200 Hz circa, ma non posso darlo per certo.

La risposta in frequenza del T.bone SC 450 è analoga a quella del SC400, tanto da suppore che usino la stessa capsula microfonica. Presenta quindi una buona linearità nelle medie freqeunze con oscillazioni nelle bedio alte e un boost importante sulle altissime. Il SC 450 è quindi un microfono dal suono abbastanza lineare a una buona ariosità.

Il rumore di fondo è di soli 10 dB A, essendo così un microfono molto silenzioso. Anche il rapporto SNR di 83 dB è un valore ottimale, garantendo un ottima gamma dinamica. Il suo Max SPL di 126 dB lo rende poco adatto alla ripresa di sorgenti a forte emissione sonora. Tuttavia inserendo il pad di attenuazione e distanziando il microfono dalla sorgente è possibile riprendere anche strumenti più rumorosi.

Fonte: sito della T.bone.

Modding

Anche questi due microfoni si prestano bene all’operazione di modding, in rete si trovano molte informazioni al riguardo. Se sei uno pratico di circuiteria elettronica e saldatura potresti avere grosse soddisfazioni da questa pratica e con una frazione del prezzo avere dell’attrezzatura davvero performante.

utilizzo

Il T.bone SC 400 a parer mio è molto interessante per la ripresa di strumenti acustici. Il suo Max SPL lo rende poco idoneo come microfono principale per la ripresa di strumenti ad alta pressione. Tuttavia come detto in situazioni di necessità è possibile usarlo, con le dovute precauzioni, anche su quelle sorgenti. La sua poca rumorosità lo rende adatto a riprese ambientali e stereofoniche. Il T.bone SC 450 è idoneo alla ripresa di voci, piani, chitarre acustiche, percussioni e voci.

Nel caso ti piacesse questo microfono ma necessiti di poter cambiare la figura polare potresti optare per il T.bone SC 600. Le maggiori differenze tra il SC 450 e il SC 600 sono estetiche. Il SC 600 presenta delle specifiche simili al SC 400 tranne per la possibilità di modificare la sua figura polare e un Max Spl di 131 dB. Potete leggere le specifiche qui.

Potresti usare questi microfoni per riprese stereofoniche ottenendo un set-up low cost molto flessibile e adatto alle esigenze di registrazioni casalinghe

Compra il T.bone SC 450, T.bone SC 600

Compra il T.bone SC 450 stereo set

AKG P120

Prezzo 77€

AKG P 120 microfono a condensatore economico
AKG P120

L’AKG P120 è il microfono più economico della serie Perception di AKG. E’ un microfono qualitativamente buono, in piena linea con gli elevati standard AKG sia con la timbrica della serie Perception del marchio.

Le specifiche.

Il P120 è un microfono cardioide, non è stato dotato di un selettore di figura polare. Il microfono però è dotato di un Pad di attenuazione di -20 dB, valore abbastanza classico per questo marchio. Un valore del PAd così alto è ottimo per poter estendere la Headroom del microfono è evitare saturazioni indesiderate. Il filtro low-cut è un 6 dB/Ottava impostato a 300 Hz.

Il P120 è un microfono ful range, riesce a riprendere tutte le frequenze dello spettro sonoro che il nostro orecchio percepisce. Come si nota dal grafico è un microfono molto lineare nelle medie frequenze. Possiamo notare un calo di prestazione in bassa frequenza, ma conunque lavora in maniera accettabile anche in quella parte dello spettro. Nelle atissime frequenze invece possiamo notare un picco abbastanza comune in tutti i microfoni, che contribuisce a enfatizzare la parte armonica dello spettro che è responsabile dell’ariosità del suono.

AKG P120 Specs

Il P120 ha un rumore di fondo di 19 dB, che pur non essendo molto silenzioso è idoneo per l’utilizzo in registrazione. Il suo rapporto SNR è di 75 dB. Molto apprezzabile è la gamma dinamica di 130 dB estendibile fino a 150 dB inserendo il Pad. Come si può notare dai parametri questo microfono ha valori nella media di questa categoria ma è particolarmente adatto alla ripresa di sorgenti ad alto volume.

Fonte: sito dell’aAKG.

Utilizzo

Il P120 è sicuramente un microfono molto versatile, utile a riprendere diverse fonti. Può essere utilizzato su voci, chitarre elettriche, chitarre acustiche, pianoforti, archi, ottoni e percussioni ottenendo un risultato apprezzabile in qualunque caso.

A differenza di quello che che rivela la risposta in frequenza in ascolto risulta un po scuretto, e compresso sulle basse frequenze. Tutto sommato il risultato finale è gradevole e con un po di processing in fase di mix può dare grandi soddisfazioni.

Se cerchi un microfono economico in grado di essere usato su molteplici fonti, dal suono po scuro l’AKG P120 è il microfono che cerchi.

Recensione Serie Perception su Sound On Sound

Compra l’AKG P120

Audio-Tecnica AT 2020

Prezzo: 89€

AT 2020 - Microfono a condensatore economico
AT 2020

Il marchio Audio-Tecnica è sicuramente un marchio di tutto rispetto nel settore della registrazione musicale. Produce dei modelli di ottima qualità per tutti i principali segmenti di mercato. L‘AT 2020 è il modello entry-level della casa Audio-Tecnica, ed è un microfono di tutto rispetto.

Le specifiche

LAT2020 è un microfono cardioide. Non dispone di nessun controllo on-board, questa scelta ingegneristica mira a contenere i costi senza compromettere la qualità.

Il AT2020 è un micfrofono full range, la sua risposta in frequenza copre da 20 Hz ai 20 KHz. Possiamo notare che dai 200 Hz in su la sia risposta sia abbastanza lineare. Anche le alte frequenze sono abbastanza sotto controllo, restituendo un suono naturale senza troppa enfasi dell’ariosità del segnale. La pulizia delle alte frequenze trovo sia una caratteristica molto apprezzabile in questa fascia di prezzo. la risposta si perde sulle basse frequenze dove decresce di anche 10 dB. Tuttavia per la maggior parte degli strumenti, inclusa la voce, questo buco non rappresenta un problema. La maggior parte delle frequenze importanti della maggior parte delle sorgenti si sviluppano nelle medie frequenze; inoltre la perdita di volume delle medio-basse e tutto sommato limitata.

Audio-Tecnica AT 2020 Specs

Un pregio dell’AT 2020 è il valore di Max Spl che è di 144 dB. con tali valori è sfruttabile su quasi tutte le sorgenti presenti in una registrazione musicale. Il SNR di questo microfono è di 74 dB, valore idoneo per la registrazione musicale. Di tutto rispetto anche la gamma dinamica di 121 dB, non comune per un microfono a condensatore economico.

Fonte: sito dell’Audio-Tecnica.

Modding

Anche per l’AT2020 è disponibile un modding su microphone-part.com. In questo caso il mod proposto è un aggiornamento di capsula e trasformatore d’uscita. Per chi è esperto di elettronica e saldatura può valutare queste modifiche per migliorare sensibilmente il suono del microfono.

Utilizzo

Audio-Tecnica AT 2020 in uso

L’AT2020 è un microfono idoneo a diverse fonti. La sua grande linearità e la sua grande resistenza alle alte pressioni sonore lo rendono idoneo alla ripresa di quasi tutte le fonti. Le voci, le chitarre, i pianoforti, gli amplificatori, i fiati e gli ottoni sono sorgenti su cui si può ottenere un ottimo risultato con questo microfono. Le riprese stereofoniche non sono sicuramente il suo punto di forza, non potendo cambiare la fiugra polare. Tutta via si possono realizzare microfonazioni XY e AB tranquillamente sfruttando la figura polare cardiode. Sconsiglio di comprarlo specificatamente per la per la registrazione di bassi o strumenti che hanno un contributo importante intorno hai 100 Hz. Anche se all’occorrenza si può prestare alla ripresa di tali fonti è dove questo microfono lavora peggio.

Compra L’AT2020

Behringer B1

Behringer B1 microfono a condensatore economico
Behringer B1

Il Behringer B1 è il fratello minore del B2 pro, di cui conserva le caratteristiche. Il B1 viene venduto in un bundle dove viene incluso un cavo e il filtro anti pop, oltre che al solito shockmount. E’ una soluzione comoda per chi parte da zero è ha la necessità di avere tutti gli accessori e strumenti per registrare.

Le specifiche

Il Behringer B1 è un microfono cardioide, non permette la modifica della figura polare. Un altra pecca è quella di avere i controlli di Pad di attenuazione e filtro Low-cut su di un unico Switch. Questi due controlli quindi non possono essere attivati contemporaneamente. Nono poter attivare singolarmente i controlli limita un leggermente la flessibilità che questi aggiungono al microfono. Anche in questo caso credo che sia una scelta di compromesso per non alzare il prezzo del microfono ma offrire comunque dei controlli utili all’utente. Il Pad di attenuazione è un classico – 10 dB, mentre il filtro low-cut è un 6 dB/ottava impostato a 75 Hz.

Behringer B1 specs

Questione dei controlli a parte il beringher B1 ha delle caratteristiche di tutto rispetto. Il B1 è un microfono full range, quindi copre da 20 Hz a 20 KHz, riuscendo a registrare tutte le frequenze udibili dall’orecchio umano. La sua risposta in frequenza è molto lineare tranne per un boost sulle altissime frequenze. Il boost a 10KHz è di ben 10 dB, questo crea un suono molto arioso ma che potrebbe dare delle alte frequenze non piacevoli.

Il suo rumore di fondo è di 13 dB-A, mentre il suo SNR è di 81 dB, sono valori molto buoni in questa fascia di prezzo. Il valore di Max Spl è di 138 dB, aumentabile a 148 tramite il pad di attenuazione. Questi valori sono ottimi per la ripresa di sorgenti sonore caratterizzate da forti pressioni.

Fonte: sito della Behringer.

Utilizzo

Il Behriger B1 è sicuramente un microfono adatto alla ripresa di voci, chitarre acustiche e strumenti acustici in genere. La sua risposta in frequenza piatta, e la sua alta resistenza alle pressioni sonore lo rendono indoneo alla registrazione di svariate fonti quali: piani, archi, fiati, strumenti amplificati, percussioni e ottoni. Visto il boost abbastanza marcato sulle alte frequenze potrebbe giovare di una maggiore distanza dalla fonte rispetto al normale, così da non sovracaricare la capsula microfonica e non sollecitare e saturare troppo le alte frequenze.

Se cerchi un microfono con un buon rapporto qualità/prezzo e di una buona flessibilità il Behriger B1 fa al caso tuo.

Compra il Behringer B1

Microfono a condensatore economico, conclusioni

Come abbiamo visto la fascia di prezzo include molti microfoni, che in contrasto con il loro basso prezzo possono essere usati per fare delle registrazioni di qualità decente. In questa fascia di prezzo bisogna fare attenzione al microfono che si compra, il risichio è quello di comprare attrezzatura molto scarsa o addirittura quasi inutilizzabile. In qualunque caso se sei un cantante o un musicisti appassionato, comprare un microfono a condensatore economico è una scelta giusta, il valore aggiunto alla tua preparazione varrà la spesa sostenuta per l’acquisto.

Se stai cercando qualcosa per fare delle registrazioni occasionali, in alternativa a un microfono a condensatore economico, potresti essere interessato all’acquisto di microfoni USB. I microfoni USB permettono evitare l’acquisto di una scheda audio. Tuttavia se sai che l’attività di registrazione sarà un impegno costante allora è meglio evitare di acquistare microfoni USB. Questi microfoni non fanno altro che aggiungere un convertitore AD al loro interno per digitalizzare il suono. e visto i costi contenuti di alcuni di questi microfoni avrai sia una conversione del suono in corrente elettrica, sia una digitalizzazione della corrente elettrica di bassa qualità non ponendo aggiornare il sistema se non nel suo insieme.


Anche te sei interessato alle tematiche inerenti alla registrazione audio?

aggiungimi sui miei canali social e rimaniamo in contatto!

www.facebook.com/gregorioferraris

www.instangram.com/gregorioferraris

http://www. inkedin.com/gregorioferraris

Stay tuned

Lascia un commento